Stai navigando con un browser obsoleto.
Clicca qui e aggiorna il tuo browser per avere una migliore esperienza di navigazione.

E così, sfidando l’ignoto, San Giorgio affrontò il drago,
liberando la principessa e il suo popolo dalla paura.

Tenuta san giorgio

Dai suoi 250 metri di altitudine, sulla collina di Santa Giuletta, si estende in corpo unico per circa 22 ettari di cui venti di vigne vecchie, con una età media di 40 anni, coltivate in maniera sostenibile, a basso impatto ambientale.

I terreni della Tenuta San Giorgio ospitano le varietà più vocate del territorio: Pinot Grigio, Croatina, Barbera, Chardonnay e Pinot Nero, il sovrano incontrastato dell’Oltrepò. Nei restanti ettari della Tenuta si è scelto di mantenere intatto il bosco secolare di querce, prezioso quanto indispensabile per il benessere dei terreni e dell’ecosistema.

Un luogo di storia e bellezza

la famiglia cordero

Tre fratelli, Francesco, Lorenzo e Caterina.
Una famiglia che affonda le sue radici nelle vigne di Langa, a Castiglione Falletto. Quello con il vino è un legame viscerale, un rapporto speciale, che parla di famiglia, di tradizioni, ma anche, e soprattutto, di ricerca, scoperta e curiosità.
Per questo, quella dei tre fratelli, è una storia che parte dal Piemonte e dall’esperienza nella cantina di famiglia per diramarsi nel mondo, durante anni di formazione in diverse cantine e in diversi paesi, in Francia, negli Stati Uniti, in Nuova Zelanda, alla ricerca di tecniche e stili diversi per affinare il modo di vinificare e avere maggior consapevolezza per la sostenibilità e la bellezza.

Una sfida tanto impegnativa quanto appassionante

Nel 2019 Francesco, Lorenzo e Caterina acquisiscono un’antica azienda vinicola dell’Oltrepò Pavese, per farne la loro cantina. Il luogo dove esprimere la propria passione e le proprie competenze, dove mettere a frutto il bagaglio di esperienze e sperimentare le tecniche acquisite negli anni. Un posto di grande bellezza, dove si coltivano grandi vitigni.

Vini d'ItaliaGambero Rosso 2021