Tutti i vini
Pinot Nero

V 18

Dal versante più fresco della nostra tenuta, un Pinot Nero delicato e floreale.

denominazione
Pinot Nero dell’Oltrepò Pavese DOC
varietà
100% Pinot Nero
formato
0,75 - 1,5 - 3 - 5 L
zona provenienza
Oltrepò Pavese
raccolta
fine agosto / inizio settembre
vigneto e terreno

Vigneto impiantato nel 1996, con esposizione a Est/Nord-Est e suolo limo-sabbioso.

abbinamento

Ideale accompagnamento per primi con sughi a base di carne bianca e zuppe di pesce. Perfetto con secondi piatti come selvaggina, arrosti o pesci grassi. La sua freschezza lo rende un ottimo abbinamento anche per salumi e formaggi di media stagionatura.

caratteristiche organolettiche

Colore rosso rubino intenso con tipiche sfumature granata. Al naso è ampio e complesso,
si esprime con sentori floreali di violetta, gelsomino e di piccoli frutti rossi, seguiti da una delicata speziatura. Al palato si presenta avvolgente con un ventaglio di sapori in perfetta armonia con il naso, spaziando dai piccoli frutti rossi alle spezie, equilibrato con una piacevole mineralità e un finale lineare e persistente. La trama tannica è soffice, delicata e setosa, ben equilibrata dall’acidità e da una piacevole mineralità.

Vinificazione e affinamento

Le uve vengono diraspate, ma non pigiate per mantenere l’acino intero. Alla macerazione pre-fermentativa a freddo, segue la fermentazione in vasche di acciaio inox a temperatura controllata, durante la quale vengono eseguiti brevi rimontaggi quotidiani. A fermentazione ultimata, si procede con la svinatura e la fermentazione malolattica in barriques.
Dopo circa nove mesi in barriques di rovere francese di differente provenienza, segue
un affinamento di circa nove mesi in botte grande. Infine, il vino riposa in bottiglia per
almeno diciotto mesi prima della commercializzazione.

Esposizione più fresca, protetta dal bosco, un’espressione più delicata e vellutata di Pinot Nero.

Le uve provengono da una singola parcella, impiantata nel 1996, il cui suolo è limo-sabbioso e l’esposizione est/nord-est. Abbiamo scoperto la particolarità di questo speciale appezzamento grazie al metodo di vinificazione parcellare e allo studio della composizione del suolo che abbiamo iniziato nel 2020 sulla nostra collina.

Stesso processo di vinificazione e affinamento del’SG ‘67, le differenze con questo sono date principalmente dalle opposte esposizioni (sud-ovest e nord-est) e dai diversi terreni. Potremmo dire che l’SG ’67 e il V 18 sono come marito e moglie: vivono nella stessa casa (la Tenuta), fanno le stesse cose (stesso processo di vinificazione e affinamento): uno viene da Marte e l’altro da Venere.

La leggenda di San Giorgio, vista da un artista

Nella mia visione la rappresentazione del drago passa attraverso la narrazione a china su carta. Il vino è condivisione, esperienza, confronto ed è nel piccolo spazio di un’etichetta che tutto questo trova voce grazie al tratto a mano libera. Vanno così in scena una moltitudine di personaggi, forme, fiori, scritte che sovrapponendosi generano una vera texture visiva. L’intento, in questa illustrazione e in generale nei miei disegni, è far sì che l’osservatore possa soffermarsi a leggere la figura in modo autonomo, tramite una personale ricerca visiva dettata unicamente dalla curiosità.

 

Simone Verdi

Simone-verdi_Illustratore-artista_disegna
Pinot Grigio

Katari

Un Pinot Grigio fresco ed equilibrato, che mantiene la finezza intrinseca del vitigno, senza snaturarlo.

Katari Pinot Grigio Sfondo
Katari Pinot Grigio

Un viaggio tra l’Oltrepò e le Langhe.

Contattaci per visitare la nostra cantina e scoprire i nostri percorsi di degustazione.

Richiedi una visita in cantina